Archivi del mese: febbraio 2016

Irregolari

Vanno veloci le gambe nei giorni di primavera sanno bene dove andare Sui fili elettrici occhi becchi di gazze aria di gesso e cotone Dormono case e cose nel polline di latte tiepido, nell’alba Pietre, chiazze di verde greggi sedie … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Lascia un commento

Reiterazione a

luce bluviolacea nel nero di notte bianca bianca cronache comiche d’insonnia pure cosmica se vuoi se voglio se sparisce il ladro che non ruba ma dà mostra di una voglia e ti conficca l’occhio nell’occhio il mio che credi aperto … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

  Per il mare nella goccia, nel becco del passero linea liquida che tiene il nostro e il loro, futuro che precede a memoria di boccuccia ritornelli e filastrocche di soldati-contadini così gli alberi perdono la strada e sul ramo inciampa … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Lascia un commento

Le cose che non vedi e vuoi

Bimbo, cieco, aquilone, pietra, neve, lumaca, bruco, spietato patto di silenzio e grazia. Fatti sconfitto, legna, edera, mozzicone, refolo maldestro. Vedi, non c’è niente da tenere, e non vedi e vuoi e non c’è niente che sia tuo, questo che … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Lascia un commento

Il mio Carso

    L’alfabeto cuce nomi sconosciuti di un mondo che è e rimane c’era e in una voce sopravvive diorami animati di polveri numeri liquidi minerali attese prove silenzi e zolfo pietra dell’orlo e di confine, per la resa mai … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato , | Lascia un commento

Martina

  Martina oltre il muro canta una canzone. Quando arriva a parole tipo amore fa la voce come un ghigno che le storpia. Chissà cosa pensa quella testolina, se ridicole cose da grandi o un intuìto peso che fatica a … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Lascia un commento