Archivi categoria: l’Immobile Afono

Bene

Sui tavoli dei miei amici si affollano bicchieri i motivi dei bicchieri di essere tanti. Sui tavoli dei miei amici c’era un bicchiere soltanto primavere chiarissime verso che incendia l’aria. Sui tavoli dei miei amici i bicchieri si fanno tanti … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Rifanno il mondo senza mondo Le tue parole a setaccio Le salvo nella scatola dei gioielli Ne cullo i suoni Tengo in serbo nel filo imperlo Parola dopo parola Araucaria balestrucci esuvia Ginepri marini cordolo acetosella Accosto assemblo l’impossibile Ricordo … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato | Lascia un commento

Veloci cose cancellate dagli umani recinti scavalcati giardini pergolati furia d’abbandono presta molto servita nuca a strade nomi volti disperato oltre, andare andare. Alla conta dei giorni adunare convocare tratto per tratto soglie invocare ritrovare fare appello biglie perline sparpagliate … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | 2 commenti

Nido intatto convenuto eterno approssima non tocca casa germoglia frutti senza perdita abdica a generi progenie effetti battesimi d’antropo vanità di specie inabitata vita magnifica stagioni papaveri silenzi dimora senza cavi senza sostegni brulichio di giorni a malapena assise cronache … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | 1 commento

Scusate, non sono il bimbo senza giocattolo perso senza mondo senza platea. Io sono una misura di silenzio aria mossa da versi animali e pioggia uno sguardo di nuvola e costellazione andare luminescente di pesce abissale rondini del mattino o … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Lascia un commento

Pino Loricato

                         a Isabella Morra Viene neve e ti solleva un puntino infine, nero  lassù, resistenza ai faggi  obbedienza al cielo. Tu dato per intero non due volte falso rivolo … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato , , , | 2 commenti

L’impero che si tace

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato , , | 3 commenti

Zeus Faber

Pesce solitario, dice Wikipedia. E cosa potrebbe volere oltre la compagnia di chi per sempre gli ha macchiato i fianchi con due dita. Zeus Faber si chiama. Dio l’ha toccato  

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato | Lascia un commento

L’impero che si tace

  L’Impero che si tace è la radiografia del mondo muto, ciò che vive nascosto ai vivi. Cose e insetti, finestre di case abbandonate, attrezzi agricoli, cancelli arrugginiti di borghi abbandonati. Giardini e vicoli nascosti di Trieste, Ginevra, Praga, Milano, … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

L’autunno cercato

    Un occhio non dorme, per lui cresce la pianta veglia la banda di patrona spodestata preserva il cuore dal rogo Mary lo porterà, è suo Versilia testimone e culla. *** Prima dell’estinzione, Alejandra di tutte le rovine possibili … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato , , , , , , , , , | 7 commenti