Archivi tag: Antonio Verri

Candelette, porte, pinna nobilis, Vladivostok ovvero spacciatori di tranquillità nella città dei lecci

Lettore, chi serve il declaro è preso da una incredibile, ridicola spietatezza: non vorrebbe lasciar dietro briciole, lische, residui. Per altro è spossato. (A. Verri, Il naviglio innocente) Vede? Sono queste le candelette per le diesel. Quelle per la benzina … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Per Antonio Verri, creatura a mezz’aria. E per chi ancora ne vede delle belle

È dolcissima la vita fuori dai centri di potere. Bianca di neve, tua neve, petalo di camomilla, marzapane, fiori di cotone. Neve di “mar”. Sue mani nell’impasto, bianchissimo letto per giorni sempre nuovi, giorni di madre e notti perfette, è sempre … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato , , , , , , , | 2 commenti

Muove e vive, invisibile

Ave a te, sacro grembo timido e austero. Città nascosta ai molti numeri, abbandonata a piedi solitari e muti. Nei pomeriggi slabbrati di tumide foschie d’Oriente o salmastre, dei mari che seduci da perfette distanze. Credono di tenerti sospesa a … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

9, 5, 93-14

in verità lo sai eravamo venuti per te maggio nel nono giorno le rondini gli apostoli quel cielo che pure sai la santa maria del paraiso ma poi siamo stati presi dalle mazzate lì vicino mori contro bianchi coltelli sangue … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Sulle rovine di Gerusalemme

Testa o croce testa e croce  il dado il matto il bagatto il 22 il ritorno di Pall e Mall, le circostanze, la torre dell’orologio  castello de’ Greci, no, olive non abbiamo, le cripte, le nicchie lo specchio lo spettro … Continua a leggere

Pubblicato in l'Immobile Afono | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento