a Ramon

La colpa arriva prima di dirtelo:

fortuna che ci sono i gatti. Tu ascolti,

entri nell’ anticamera della parola,

nel fumo sospeso della sala d’attesa

di vecchie stazioni di provincia,

l’aria ferma, il silenzio, i gesti ancora lenti

il matto di turno, l’impermeabile,

le sue cantilene, le dita giallissime.

Ti fingi distratto, esamini l’aria

come prima del via al passaggio del treno,

allo sboccio di un fiore: è vero dici,

di certo danno meno dispiaceri.       

 

Questa voce è stata pubblicata in l'Immobile Afono. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...