Pedoni

Forni di Sotto, Carnia

 

Mi dici della Carnia piovosa

dell’alcol nel primo pomeriggio

Trieste una finestra e la noia.

La donna al semaforo chiede un cappotto

il tipo dietro di sbrigarmi

l’ingegnere e le scelte migliori

misura dallo zero alla fine dei muri

giù poliziotti, albanesi rumeni

i primi aspettano che tutto torni

eccetto un patto di non belligeranza.

Nell’ora dei pranzi altrui Porta Rudiae

si anima di grandi mani screpolate

dreher guance rosse su cappotti anni ’80.

Nolina, tu resisti chissà per quale luce

ti avvizzisce la mia distrazione

eppure vivi, così le rose

un museo del secco che rimane  

ma due steli si ostinano a restare.

Ecco, voi non sapete: in un altrove

assiepato ovunque, si decide.

Partite a scacchi senza regole

sopravvivono tutti, eccetto i pedoni

 

Nolina e le altre

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in l'Immobile Afono. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...