Una gloria che ancora ricorda qualcosa

 

Immagine 003.jpg

 

Dopo l’università ramazzava il panificio a testa bassa

– è una cosa lontanissima – diceva di sé

una specie di battaglia di Leonida per nativi digitali

 

Nei pomeriggi liberi 6, 7 libri sulla pancia

non faceva spazio ad altro/i

 

Ettore con le sue zampe gratta le fughe del basolato

un tesoro sempre nuovo per un mancato appuntamento

 

Potremmo dire che il patto delle stagioni col mondo

è conservato. È finita l’estate e l’autunno avanza:

Superstiti forme di armonia

nel tetro garage della vita-mìdia

 

Ma qualcuno, anche solo camminando

mostra una gloria che ancora ricorda qualcosa

 

L’erba di montagna la stella alpina

il giglio selvatico delle dune salate

ci sono discorsi che la cornacchia non interrompe

né l’intervallo di spazio divide

 

I distributori automatici di soldi hanno sostituito

la vecchia tensione alla felicità:

è più facile trovare parcheggio

parcheggio obitoriale dotato di ogni comfort

cromaticamente anche la scelta è vasta

il resto nella gabbia degli uccelli o in una foto sbiadita

dalla voce del cronista che nemmeno traghetta più

le anime. Stanno già dove non sono

 

Ti hanno arrestato per una pianta di canapa

Ti avevo detto che passavi inosservato

se sodomizzavi un intero popolo del terzo mondo

Ti avevo pure detto che solo il tempo grigio

riesce ad abbellire di fiori l’oblò arrugginito

della lavatrice e della nave

 

Chissà quante papere ora sull’acqua di quelle rogge ofeliche

dentro cui facemmo in tempo a cadere e riemergere

 

È comica la vecchia distinzione dei regni

in buoni, meno buoni e cattivi

Miliardi di uomini incarogniti ne abitano uno solo

dentro cui consumano con le loro zavorre la loro rabbia

 

Un tempo era il sicomoro, ora tacchi 13 con zeppa

Se in nessuno dei casi si vede Dio

nel primo, almeno, gli si era più vicini

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in l'Immobile Afono e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...