Sbattezzati

fumo ceco

fumo ceco

La lingua di punta sul palato
secco velocissimo richiamo
esce dalla foschia e segue
la cancellata arrugginita
con un piatto in mano.
– Titina, Titina! E passa il piatto
oltre il cancello. Titina arriva,
senza preamboli mangia.
Lei si allontana, pantofole
e calzini rosa, nella foschia
nel cielo bianco bianco e gonfio.
Prima di chiudere il portone
risponde distratta: – Sì sì, domani,
se Dio vuole. Prima è passato
Salvatore lo sbattezzato
coi suoi 15 T.S.O.
Vuole o non vuole Dio li guarda
anche lui tra una sbarra e l’altra

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in l'Immobile Afono. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...