Aria

tocca all’aria farsi celestina. quel dove non consuma. si sta al cornicione come i gatti, Dove che stupore non intacchi, fazzoletto verde o salvia di regina, cosmo che si abbraccia, assoluto tra due palmi, ragazzo in carrozzina neve sul maglione, Alsazia e fiume: l’ho isolato, mon petit chou, è quasi certo: riso e latte portati a collanina. odori.
Dove che stupore non consumi, ebrei in piazza, in cerchio canti, nenie delle aurore, case sotto il porticato, 800 e primi. olmi, castagni, Atlantico, sgualciti e magri, fuochi lesti, occhi mai in ritardo, e lieve.
tocca all’aria farsi celestina, quel dove non consuma, quel che può velare e scopre di un fatto che si ostina, un fatto che non muore.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in l'Immobile Afono e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...