sputateli!

cosa si dice cosa si fa, dove, ma non è là, non è il 31 è 22, capita,
dei matti
dei denti di
degli occhi di
delle mani di
delle lentiggini, i capelli rossi, l’irlanda, le pelli morte, le pelli sante, gli inchiodati,
gli impalati, tanto smagrì che cadde
, tanto schifò il mondo che ne negò il cibo
no cane, non puoi venire con me alla mensa, aspetta fuori non mi guardare con quegliocchi, ti porto qualcosa, me lo metto in tasca,
in fila un professore occhiali tondi ben vestito gli avranno tolto i figli un paio di affitti e afflitti più di quanto basta e di più e di più
, dovremmo bruciare il da fare * il da dire * le firme * le promesse * le ipoteche * dovremmo bruciare. Prima prima della caritas, assaltare le maiuscole, disossare il dentro * il centro * le toppe * sbinare i binari * incenerire le obliteratrici * i registri * le scuole * gli ospedali
voto di silenzio
non se ne può di tanto conservare. solo andare ritornare zero. il miracolo è l’arancia dice DDR, senti l’odore senti il succo la polpa
ritornare cose, creato, ritornare fragili, ritornare,
prendiamo la bicicletta andiamo fino al mare, portiamo il pane ci fermiamo tra una campagna e l’altra prima del mare prima del mare
in alto monastero degli Olivetani chiostro campane cielo
è l’inizio e non è replicabile
replichiamo. Davvero abitano queste case?
non è lo spazio tra i sedili né lo sguardo su 20 centimetri né le voglie saziate a comando come la merda quando viene
ilparabrezza ilsalvavita ilparafulmine ilparaurti ma siamo già usciti siamo GIA’ sbucati dal buco
, infossati vivi
non è
non è smettere di fumare non è conservare
vite sott’olio tappi arrugginiti stare attento a evitare di
, la posa la discrezione la dignità trovare il secondo lavoro
trovare soldi finanziare la vita essere qualcuno
per ogni materia un colore la copertina giusta verde math storia rosa italiano rossa.
I prof delle medie e i loro 78, 81 fanno scrivere a Tommy 52 volte non lancerò più niente per aria
Tommy deve insegnare le cose che sa che tutti non sanno
Aria! Aria! Amnistia!
caos disobbedienza cani alla catena circonferenze d’anello educarci a loro
Bambini educateci a voi
Stendete il braccio impugnate il cielo boicottate madri e padri che esaudiscono voglie di petrolio e plastica
Abbandonate le sedie gli astucci di
gli zaini di abdicate abdicate basta lettere e vocali siate cose del creato

neve che vola
petalo blu
passo di gatto
occhio di mare
aquila solitaria
bocca di vento
odor di bruma
piuma di gatto
figlia del fuoco

la strada sgombra
il vulcano riprenda i suoi frutti
coli su banche verdure e frutti senza terra alimenti da obitorio
numeri numeri coli calda lava
azzeri coli calda lava azzeri
bussate alle porte chiedete questo per quello quello per questo.
Bussate usate le nocche le pupille le mani i piedi vedrete che incontri altro che schermi
Sputerete i vermi che vi mangiano prima di essere saldati. Sputateli!
chi li accompagna chi li prende chi li tiene dove li porto dopo halloween carnevale natale pasqua le ferie del papà della mamma dei nonni delle tate deportati dellesselunga dellinglese la piscina il piano studiareallestero
, torna a casa
alla terra al grano, alla sterpaglia, parlaci, torna alla terra, cullala o vai ma per davvero non per denaro né trenta né mille giuda tradiscono il Gioco per un soldo
, continua…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Amnistia, Amnistia!. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...