Espanse Parentele

Ecco dov’è che vinci grigio
che forze non tracimano né luce.
Se alito di morti mischi
all’impronta di passanti
ne fai toppa, pupilla di due mondi
lì di qua a spiare, e qui da loro
canto che scoperchi addita casa
statua più calda di una voce
quello che nascondi brilla espanse
parentele che mai anello ha stretto
al dito né nome imbalsamato

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in l'Immobile Afono. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Espanse Parentele

  1. iole ha detto:

    e in quest’estensione, se a volte fluttiamo, è anche per la poesia – così – che sa riconoscere.

    scrivi – che vien voglia di leggere, e ancora.

    ciao, Ilaria.
    i

  2. Molesini ha detto:

    smack! (e c’è anche la iole!)

  3. leragionidellacqua ha detto:

    tra l’acque la Selva, la Silvia che arde!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...