Divertissement

Poi di spalle farsi una risata
nessun luogo ci ha mai visti
fuori dal fuori non cucito ai giorni
che i giorni ha fatto santi e forti
quel vero a cui davano le spalle
il filo intero dalle mani ai matti
dalle mani ai bimbi, il solo filo,
sola lingua prima del castigo
lamiera fatta carne e casa
sguardo stretto elettriche miserie
e nervi. Picciol cosa che ritorna
e non è rosa, questo tempo senza tempo
disossato al cuore, senza odore e pace
che racconti voci perse andate
antico di quel tempo che riempiva il giorno
e gonfiava a notte suoni storie di persone.
Al soldo qui di macchine e demòni
che a squilli ci rosicchiano la testa
il cuore non risponde
e tutt’intorno un girotondo spento
senza storia senza senso senza gioia
né un finale in rima che tutti siamo giù
più giù che a terra e non vale prendersi
per mano se nemmeno il cielo resta intero
e noi manco ci guardiamo abituati
come siamo a cascar senza cantare

 

 

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in l'Immobile Afono. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...